Descrizione immagine

I cani boxer discendono dagli antichi Bullenbeisser (vale a dire: azzanna tori, nome che è tutto un programma), e, in particolare da un cane meno tarchiato e più agile come il Cane da toro del Brabante. Alla fine dell’Ottocento iniziarono a vedersi nelle varie esposizioni canine i cani boxer come li conosciamo oggi: il primo boxer registrato si chiamava Flocki.


I boxer appartengono al gruppo dei cani molossoidi e presentano due varietà: fulvo e tigrato. Il nome boxer deriverebbe dal fatto che quando giocano sembra che muovano le zampe come fanno i pugili professionisti.


Caratteristiche dei cani boxer

Grazie all’Ordinanza Turco i cani boxer nati dopo il 2007 non sono più sottoposti al taglio della coda e delle orecchie (che venivano plasmate per essere a punta) e pertanto i boxer hanno la loro bella coda e le orecchie al naturale che ricadono lungo le guance, girate in avanti e contribuiscono a fornire a questi cagnoloni un aspetto bellissimo.

I cani boxer sono di taglia media (i maschi raggiungono i 57-63 centimetri al garrese e le femmine si attestano tra i 53 e 59 centimetri), robusti ma armoniosi ed eleganti, con la testa squadrata e il muso corto rispetto al cranio.

Per quel che riguarda il pelo, deve essere corto, duro, brillante e aderente e va dal giallo (con varie tonalità: dal rosso fulvo scuro al giallo chiaro) al tigrato. Le macchie bianche sono ammesse, a patto che non siano più di un terzo del colore di fondo.


Il carattere


I cani boxer hanno la fama di essere i miglior baby sitter a quattro zampe di tutto il mondo e questo la dice lunga sul loro carattere: sono dolcissimi con i bambini, allegri e giocherelloni con tutti a meno che non venga messa in pericola la sicurezza del proprio umano o della proprietà. In questo caso saranno guai per chi ha osato disturbare e se la dovrà vedere con questi cani che sono anche tra i cani da difesa più equilibrati.


Non è facile da addestrare e per questo vi consigliamo di rivolgervi a educatori esperti. Si consideri, comunque, che le funzioni di guardiano e difensore (soprattutto dei più piccoli) gli sono del tutto naturali. Anche l’atteggiamento giocoso gli è congeniale e gli rimane fino a tarda età.


Descrizione immagine

Quello che per molti cani sarebbe un difetto, per il boxer (Deutscher Boxer) è invece uno dei tratti distintivi: parliamo del prognatismo, cioè la mandibola che sorpassa leggermente la mascella. Così distintivo che è diventato uno standard di razza.

Salute e cura

Quando fa molto caldo il cane boxer può avere problemi respiratori, per via della canna nasale molto corta.

In casa non perde pelo, però sbava un pochino: è importante, quindi, pulirlo per evitare problemi e irritazioni (le femmine sbavano meno dei maschi). A proposito della casa: i cani boxer adorano vivere con le persone e, anche se possono vivere in giardino, sarebbe meglio non lasciarlo da solo, perché ne potrebbe risentire.

Se decidete di prendere un cane di razza boxer, rivolgetevi a un allevatore scrupoloso.